IDROKINESI TERAPIA




IDROKINESI TERAPIA



L’idrokinesi terapia è, da alcuni anni, l’ambiente ideale per effettuare l’attività riabilitativa e di rieducazione motoria del soggetto traumatizzato. L’esercizio in acqua con l’utilizzo ai fini rieducativi è utilizzato a fini preventivi e terapeutici, per cercare di ridurre gli effetti negativi che l’allenamento prolungato può provocare sulle strutture ossee, articolari e legamentose, specie nell’azione di ammortizzazione dell’impatto degli arti inferiori con il terreno. Questo poiché un corpo immerso in acqua è soggetto a due forze opposte:
1. la forza che deriva dal suo peso che è applicata al centro di gravità del corpo

2. la forza che deriva dalla spinta idrostatica, applicata al centro di galleggiamento che è il centro di gravità della parte del corpo immersa in acqua. Immersi nell’acqua subiamo due diversi tipi di azioni: Meccanica e termica. Quella meccanica viene determinata dai seguenti fattori:
• spinta idrostatica,
• resistenza idrodinamica,
• pressione idrostatica.

Quella termica, invece, dipende dalla temperatura dell’acqua. Le forze che agiscono sul corpo possono esprimersi come forze di reazione o come forze di resistenza. In acqua le forze di reazione del mezzo influenzano notevolmente sia la capacità di galleggiamento del corpo immerso sia il tipo di movimento che realizzano. Nel corpo umano la variabile biologica che condiziona la densità complessiva del corpo è il rapporto tra massa grassa e massa muscolare. Altra variante determinante è, come detto, l’entità del volume del fluido spostato e dunque il volume del paziente. In sintesi tanto più il paziente sarà in sovrappeso e voluminoso, tanto più facile sarà il suo galleggiamento. Effetti dell’idrochinesi terapia:
• temperatura: vasodilata, rilassa il tono muscolare, attiva il metabolismo, conferisce effetti benefici
• pressione idrostatica: è il galleggiamento che conferisce instabilità posturale, riduzione della forza peso, delle sinergie motorie antigravitarie, delle afferenze propriocettive (ma accentua quelle esterocettive), riduzione del tono muscolare assiale e antigravitario, riduzione delle sinergie del compenso patologico
• resistenza: rallentamento del movimento per effetto isocinetico, aumento del lavoro muscolare attivo contro resistenza
• effetto scia: potenziamento del rallentamento; effetto massaggio
• viscosità: effetto massaggio sui tessuti superficiali, drenante sull’edema tissutale.

Benefici dell’idrochinesi:
• riduce lo stress fisico sulle articolazioni e mentale
• induce una mobilizzazione precoce e facilitata
• previene lo squilibrio muscolare causato dal lavoro scorretto
• sollecita positivamente l’apparato posturale
• migliora flessibilità e coordinazione
• l’inabilità comincia a diventare mobilità
• il dolore si riduce
• la rassegnazione diventa speranza.

CONTROINDICAZIONI PER CUI È BENE EVITARE L’IDROCHINESI
• febbre
• asma
• allergia a prodotti chimici usati nella piscina
• presenza di dermatiti contagiose
• epilessia
• gravi cardiopatie
• infezioni dell’apparato urinario
• presenza di ferite ancora aperte o dolenti.